Domenica 10 gennaio 1971,

sera tardi; io tredicenne a casa con amici coetanei; da poco seguivo con assiduità le competizioni, ma avevo scoperto quanto fascino potessero avere le gare di durata rispetto ad altre specialità, anche la formula uno. Non si trasmettevano molte gare in tv; per ragioni di fuso orario, aspettavo il telegiornale della sera per avere notizie della 1000 km di Buenos Aires, prima prova della stagione del Mondiale Marche. C’era in ballo la riscossa della Ferrari, reduce dal campionato del ’70 dominato dalla Porsche. Correvano le Sport 5 litri e gli Sport Prototipi 3 litri, ma dal ’72 avrebbero corso solo questi ultimi. La Ferrari aveva deciso quindi di concentrarsi sulle SP, lasciando le Sport alle squadre clienti; nelle prove della 1000 km la pole position era andata a Pedro Rodriguez sulla Porsche 917; Ignazio Giunti lo affiancava in prima fila con la Ferrari 312P, 4/100 di secondo di differenza.


La scena trasmessa dal tg è assurda: un pilota, Beltoise, spinge la sua Matra in panne sul rettilineo del traguardo per raggiungere i box. Passano due Ferrari, la prima evita la Matra, ma la seconda, che la stava doppiando, ci si schianta contro. Le macchine rimbalzano, incendio, rottami, altre vetture passano lentamente in mezzo al fumo.

as-71-02-01_99

La temporada argentina (ed il Mondiale Marche) iniziano nel peggiore dei modi

logo-pdf-125x125
Autosprint #2 (8 pp.)

In questo numero la ricostruzione dell’incidente e la cronaca della gara

Advertisements

One thought on “Domenica 10 gennaio 1971,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s